Vai al contenuto
Diminuisci la visualizzazione Incrementa la visualizzazione Resetta la visualizzazione
SINP - Vai al Portale territoriale Provinciale
Tutta la forza del territorio nella 29ª Raci

Nell’immagine di Vichingo, il campione della Raci 2013, si riflette la “forza” del territorio, anima e protagonista assoluto di questa magnifica e straordinaria 29ª edizione.
Che raddoppia, in numeri - oltre 35 mila presenze - e in qualità, grazie a un formidabile ed impagabile lavoro di squadra.
La Provincia di Macerata, l’Associazione Allevatori delle Marche, la Regione, la Camera di Commercio di Macerata, i Comuni, le Comunità Montane, le molteplici associazioni e realtà dell’economia, del turismo, dell’ambiente, dell’istruzione e della cultura che hanno reso la Rassegna Agricola del Centro Italia “l’enciclopedia delle eccellenze” maceratesi e marchigiane. Un contenitore di specialità capace di valorizzare, dalla terra alla tavola, “Gusti e sapori della Terra delle Armonie” come punti di forza per la promozione e lo sviluppo sostenibile del territorio.
Ci ha creduto il presidente Pettinari e ha fatto bene a scommettere sulla Raci: edizione dopo edizione, la rassegna è diventata un fenomeno “culturale” in grado di rivolgersi non solo agli addetti ai lavori ma ai consumatori, coinvolgendoli quest’anno in un inedito “Sotto le stelle” con la partecipazione straordinaria di Musicultura, il dialetto della Compagnia “F. Valenti” e la polenta di Santa Maria in Selva (tremila piatti serviti).
Tre giorni, 11 aree, 42 eventi, decine di laboratori, degustazioni e animazioni per i bambini che hanno svelato al grande pubblico l’universo di quel mondo rurale - identità di un territorio - facendo registrare presenze record e il tutto esaurito. Presi d’assalto il pane, i dolci e la “pista” di Confartigianato, la pasta “made in Macerata” di Coldiretti, i piatti sfiziosi creati dall’Istituto Alberghiero  di Cingoli e dell’Agraria di Macerata.
Qualche dato per rendere meglio l’idea: 260 bovini iscritti alla Mostra nazionale della razza Marchigiana, provenienti da 29 allevamenti; 4 allevamenti di vacche da latte ed altrettante aziende con distributori di latte fresco appena munto; 12 allevatori di ovini e caprini con 6 razze autoctone in mostra; un allevamento del “Suino della Marca”, la razza ibrida marchigiana che si adatta al pascolo; 70 equini con 6 Giacche verdi, 5 Butteri e 20 allevatori; 20 asini e 3 associazioni; 52 allevamenti di colombe del medio Adriatico; 20 ditte della grande meccanizzazione agricola, 31 della piccola; 31 produttori di Coldiretti, 25 tra Cia, Copagri e Confagricoltura, 4 dell’Aic; 32 ditte dell’area Bio-Raci, di cui 24 del Mercato del contadino biologico - filiera corta, 4 fattorie didattiche, 1 bio pizzeria, i burattini della “Campagna in favola”, la presenza di Cisei e Aiab; 65 aziende dell’area commerciale mista; 20 espositori della Fiera dei tesori; 5 grandi ditte come Lube, Varnelli, Nuova Simonelli e Nerea. E ancora: Università di Camerino e Ancona, Istituto Marchigiano Tutela Vini, Assam, Centro Italiano di Analisi sensoriale, Ais, Sommelier, Confartigianato, Cna, Apicoltori Maceratesi, Apimai Contoterzisti Maceratesi, Cermis Tolentino, Parco Nazionale dei Monti Sibillini, “La Carovana”, Scuola Italiana di Nordic Walking, senza dimenticare i Gruppi folkloristici e le tante scuole in visita tra cui l’Istituto Enrico Fermi di Macerata, il “Paladini” di Treia, l’Agrario “Vivarelli” di Fabriano; il “Pieralisi” di Jesi.

  • Data di pubblicazione: 17/05/2013 ore 16:21
Condividi questa pagina con:
Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Facebook
  • TwitThis
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Wikio IT
  • Technorati
  • MisterWong
  • Y!GG
  • Webnews
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Alltagz
  • Ask
  • BarraPunto
  • blinkbits
  • BlinkList
  • Bloglines
  • blogmarks

Cerca nel sito